La mascherina chirurgica usa e getta contro il coronavirus

Mascherina chirurgica usa e getta

Nel contesto della prevenzione del coronavirus, la mascherina chirurgica usa e getta è oggetto di informazioni contraddittorie. Senza pretendere di sostenere la verità, stiamo cercando di districare il vero dal falso per aiutarvi a capire il ruolo che questo dispositivo di protezione può svolgere, e offrire alcune confezioni di mascherine chirurgiche disponibili per l’acquisto online.

Un inizio di protezione contro il coronavirus

Numerosi studi hanno dimostrato che solo le mascherine di tipo FFP2 offrono il livello di protezione contro il coronavirus necessario per una persona sana. Tuttavia, le opinioni sono ancora divise su questo argomento e danno luogo a molti dibattiti. In ogni caso, indossare una mascherina chirurgica sembra essere più prudente che non indossare nulla.

Questo perché, con una mascherina chirurgica, gli schizzi di saliva potenzialmente infetti possono essere fermati dalla mascherina prima che raggiungano le mucose del naso o della bocca, presentando un rischio di contaminazione.

Sarebbe quindi semplicistico e falso affermare che una mascherina chirurgica è “inutile” per proteggere dal coronavirus!

Mascherina chirurgica usa e getta e pazienti infetti

Se c’è una premessa su cui tutti sembrano essere d’accordo, è la raccomandazione di mascherine chirurgiche usa e getta per i pazienti già infettati dal coronavirus. In questo caso particolare, non si tratta di evitare di essere contaminati, ma di evitare di contaminare persone sane. E per questo motivo la mascherina chirurgica sembra adempiere perfettamente alla sua missione.

Ci si potrebbe allora chiedere perché una mascherina chirurgica sia efficace nel fermare gli schizzi di saliva di una persona che la indossa ed emette uno spray per la saliva (paziente infetto), quando non sempre è considerata pienamente efficace per la persona che la indossa e riceve uno spray (persona sana).

La risposta è semplice: la mascherina chirurgica è progettata per filtrare l’aria espirata, e sarà quindi meno efficace nel filtrare l’aria inalata. Ricordiamo lo scopo di una mascherina chirurgica usa e getta all’inizio: è quello di permettere ad un paziente operato di rimanere in un ambiente sterile filtrando l’aria espirata del chirurgo, senza alcun interesse a filtrare l’aria inalata in aggiunta.

Livello di filtrazione delle mascherine di protezione usa e getta

Mascherine chirurgiche usa e getta

EFB = efficienza di filtrazione batterica, qui solo alla scadenza (come spiegato sopra).

  • Mascherina chirurgica (FFP1): EFB > 95%.
  • Mascherina chirurgica di tipo 2 (FFP1+): EFB > 97%.

La mascherina chirurgica di tipo 2 (o di tipo II) non è giustificata nel contesto dei coronavirus, poiché si tratta di filtrare gli schizzi di saliva e non l’aria stessa, a differenza di altri virus in cui questo può essere giustificato.

Altre mascherine usa e getta

Le mascherine certificate FFP2 o FFP3, invece, sono progettate per filtrare in entrambe le direzioni.

Quindi qui EFB = efficienza della filtrazione batterica sull’inspirazione e sulla scadenza.

  • Mascherina FFP2: EFB > 94%.
  • Mascherina N95 o KN95: EFB > 95
  • Mascherina FFP3, N99 o KN99: EFB > 99%.

I livelli FFP1, FFP2 e FFP3 sono disciplinati dalle norme europee EN 149- 2001 e A1:2009, i livelli N95 e N99 dalla norma americana 42 CFR 84 e i livelli KN95 e KN99 dalla norma cinese GB 2626-2006. Questo spiega perché, a seconda del paese in cui la mascherina è stata prodotta, si possono trovare questi diversi livelli di filtrazione.

Acquisito online di mascherine chirurgiche usa e getta

I noti siti di e-commerce del nostro paese sono al momento sovraccarichi e costretti a nuovi standard che incidono sulla loro produttività all’interno dei magazzini del nostro territorio. Inoltre, la maggior parte di loro rifiutano di consentire ai fornitori di offrire mascherine chirurgiche usa e getta per la vendita a causa di alcuni abusi di prezzo.

Ecco perché vi reindirizziamo a Banggood, una piattaforma di e-commerce meno conosciuta ma rispettabile in altri paesi. Si tratta di un sito serio che riesce a garantire tempi di consegna onorevoli considerando quali sono i tempi di consegna in questi tempi difficili. Abbiamo già effettuato diversi ordini per testare il servizio, che sono stati inviati e ricevuti nei tempi indicati.

I lotti di mascherine chirurgiche qui sotto ci sembrano quelli con i migliori prezzi correnti e i migliori tempi di consegna:

50 mascherine chirurgiche50 mascherine chirurgiche22,14€
(0,44€ per mascherina)
Consegnato entro
15-20 giorni
Spedizione entro 1 giorno(i)
ItaliaVedi l'offerta
e 401 recensioni clienti
» Consegna in altri paesi
50 mascherine chirurgiche50 mascherine chirurgiche
per bambino
22,14€
(0,44€ per mascherina)
Consegnato entro
15-20 giorni
Spedizione entro 1 giorno(i)
ItaliaVedi l'offerta
e 27 recensioni clienti
» Consegna in altri paesi

Quanto dura una mascherina chirurgica?

La durata di una mascherina chirurgica è di circa tre ore. E come per ogni mascherina usa e getta, è imperativo che venga scartata una volta indossata, anche se è stata applicata sul viso per un tempo molto breve.

Se, ad esempio, durante un viaggio in autobus si indossa una mascherina chirurgica usa e getta per 20 minuti e poi la si toglie, deve essere gettata immediatamente e non può essere rimessa per il viaggio di ritorno.

Una mascherina chirurgica non può essere disinfettata o lavata. Alcuni parlano di riscaldare la mascherina ad alta temperatura per decontaminarla, ma gli strati filtranti della mascherina non sono progettati per questo scopo e potrebbero alterare la loro efficienza di filtrazione, creando lesioni invisibili ad occhio nudo e pregiudizievoli per la sicurezza dell’attrezzatura.

Indossare una mascherina chirurgica usa e getta

La maggior parte delle mascherine chirurgiche usa e getta hanno un lato di ogni colore. Il lato bianco è quello che dovrebbe essere a contatto con il naso e la bocca, mentre il lato blu dovrebbe essere all’esterno.

La mascherina chirurgica usa e getta è anche chiamata “mascherina a 3 strati” perché viene piegata a fisarmonica prima di essere messa sul viso. Oltre a risparmiare spazio, queste pieghe permetteranno alla mascherina di essere perfettamente posizionata sul viso, il che è molto importante in modo da poter filtrare la massima quantità di aria in entrata.

Una volta posizionata attorno al ponte del naso e agganciata alle orecchie con i due elastici (il mezzo di fissaggio più comune su questo tipo di mascherina), la mascherina deve essere tirata verso il basso in modo che le pieghe si aprano e la mascherina copra completamente il mento. Questo non solo protegge la bocca in modo ottimale, ma assicura anche che la mascherina rimanga saldamente attaccata al viso.

A seconda delle dimensioni della testa, è possibile regolare una mascherina chirurgica dispiegandola più o meno. Le pieghe della mascherina non devono necessariamente essere completamente srotolate, ma l’importante è che la mascherina si adatti correttamente.

Rimuovere e scartare una mascherina chirurgica

Fare attenzione quando si rimuove la mascherina chirurgica usa e getta, poiché qualsiasi manipolazione errata durante questa fase – anche se può sembrare innocua – può presentare un rischio di contaminazione.

Idealmente, dovreste farlo con guanti usa e getta, e vicino al cestino della spazzatura dove intendi buttarlo (non toglierlo e metterlo in tasca, per esempio, in attesa di buttarlo via!)

In ogni caso, non entrare mai in contatto con la mascherina, in particolare con la sua area esterna (il lato blu e/o l’esterno che non è a contatto con la bocca) in quanto potrebbe essere infettata dal virus, che ha la capacità di sopravvivere per un tempo molto lungo su superfici esterne al corpo umano. Per fare questo, toccare gli elastici della mascherina solo staccandoli uno ad uno dalle orecchie, non la mascherina stessa.

Poi puoi gettare via la mascherina tenendola per uno dei due elastici. L’ideale è metterlo sul fondo di un sacchetto (di plastica o di carta) da chiudere sulla mascherina, poi gettare il tutto nella pattumiera (e non direttamente la mascherina).

Condividi su:

 

Non siamo medici, siamo solo esperti di attrezzature per il supporto vitale e lo siamo da molto prima dell’arrivo di Covid-19. Cerchiamo di aiutarti documentandoci al meglio, ma le nostre opinioni sono le nostre e invitiamo ogni lettore dell’articolo di cui sopra ad utilizzare le informazioni fornite sotto la sua esclusiva responsabilità.